Brescia, Balotelli sarebbe al capolinea

Mario Balotelli e la sua avventura al Brescia sarebbero giunti al capolinea. Per l’attaccante ex Inter e Milan, quella con le Rondinelle potrebbe essere l’ennesima occasione sprecata. A far infuriare Cellino sarebbe stata la mancata presenza di Balotelli all’allenamento di ieri. Il Presidente del Brescia aveva già manifestato la sua delusione nei confronti di Balotelli. Le sue dichiarazioni di rassegnazione non devono essere state ben digerite dall’ex attaccante della Nazionale. Secondo quanto scritto dalla Gazzetta dello Sport, la soluzione più probabile potrebbe essere a questo punto la risoluzione consensuale anticipata.

Cellino ha sempre sostenuto che il motivo dell’ingaggio di Balotelli nelle file del Brescia è stato puramente tecnico. Nulla di mediatico, insomma, come qualcuno voleva far credere. Parlando di Balotelli non avrebbe nascosto la sua amarezza per il contributo che avrebbe potuto dare alla squadra. La sua convinzione era che nell’ambiente bresciano, l’attacante numero 45 sarebbe potuto rinascere. Non è però andata così.

Balotelli-Brescia, le tappe di un probabile addio

Qualche giorno fa si sarebbe dovuto tenere nella sede del Brescia, un incontro chiarificatore tra Balotelli e Cellino. Il Presidente avrebbe però declinato. Il mancato incontro avrebbe fatto risentire l’attaccante che, quasi come ripicca, non si sarebbe presentato all’allenamento mattutino. Tuttavia Balotelli, scosso dalla situazione, avrebbe replicato via social alle notizie riguardanti la sua assenza all’allenamento delle 9 del mattino.

In una story su Instagram, SuperMario avrebbe postato un messaggio sarcastico rivolto probabilmente alla stampa. “Ma come fate a scrivere che non mi alleno al campo? Ci sono i giornalisti al centro durante tutti i miei allenamenti, ovviamente muniti di telecamere! Gli allenamenti sono 2 al giorno quasi tutti i giorni! Come si fa a negare l’evidenza??? Non pensavo di essere un fantasma invisibile ai teleobiettivi. Al momento giusto spiegherò per figlio e per segno tutto e capirete”.

Raiola avrebbe chiesto a Cellino un aiuto per trovare una squadra a Balotelli

Il presidente Cellino avrebbe anche dichiarato, nel corso di un’intervista al Corriere dello Sport, di assumersi tutte le responsabilità di una eventuale retrocessione. La Nazionale con un Europeo alle porte, la famiglia, gli amici, un ambiente senza pressioni eccessive, sarebbero dovuti essere per Balotelli uno stimolo maggiore.

Cellino avrebbe poi dichiarato che l’agente di Mario, Mino Raiola, gli avrebbe chiesto più volte di aiutarlo a trovare una sistemazione per il suo assistito. Ennesimo capolinea all’orizzonte per un talento che rischia di appassire senza aver lasciato un segno indelebile. Almeno sul rettangolo verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti