La serie A è pronta a ripartire a giugno

Via libera da parte del Comitato Tecnico Scientifico al nuovo protocollo contenente le richieste di Lega Calcio e Figc. Si tratta di un segnale decisamente positivo, ai fini di un’eventuale ripresa a breve giro dei campionati di calcio di Serie A. Un ruolo chiave sarà quello della riunione del 28 maggio con i vertici del calcio italiano, come annunciato dal Ministro dello Sport Spadafora. Si seguirebbe il modello attuato dalla Bundesliga. La possibile data per la ripresa dovrebbe essere il 20 giugno. Nel caso di giocatori riscontrati positivi al Covid19, si provvederà a metterli in isolamento, come da prassi.

Dal protocollo applicato al momento per gli allenamenti, si passerà ad attuare quelli per le partite e si deciderà in che modo la discesa in campo debba avvenire e con quali particolari accortezze. La Serie A e gli altri top campionati europei come Premier e Liga hanno ricevuto un assist dall’Uefa che ha aperto alla possibilità di andare anche oltre il 3 agosto per concludere le varie leghe.

Serie A, il Consiglio di Lega vara la ripartenza. Pronti a ripartire anche Serie B e Serie C

Se si andasse invece per le lunghe, esiste un piano B. In questo caso si ipotizzerebbero playoff e playout, che permetterebbero di ridurre significativamente le tempistiche (ci sono in tutto 124 partite da giocare).Le prime 4 si contenderebbero lo scudetto, ovvero  Juventus, Lazio, Inter e Atalanta e le ultime 6 (Torino, Sampdoria, Lecce, Spal, Genoa, Brescia) lotterebbero per non retrocedere attraverso degli spareggi.

Il 28 maggio resterebbe dunque la data cruciale ai fini di una decisione definitiva per la ripresa del campionato di serie A. Oltre alla massima serie, dunque, dovrebbero ripartire anche la Serie B e la Serie C. Il termine per la fine dei vari campionato, secondo il calendario, dovrebbe così esserci il prossimo 20 agosto, con la chiusura ufficiale della stagione prevista per il 31. La stagione successiva, invece, partirebbe già il giorno dopo, vale a dire il 1 settembre.

 

 

 

Pubblicato da Ilaria Grasso

Medico, con la passione per la scrittura e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti