Milan, con Maldini è separazione in casa?

Milan e Paolo Maldini, potrebbe essere la fine di una grande storia d’amore, una situazione sicuramente difficile da accettare per entrambi al termine di questa stagione. Il Direttore Tecnico vivrebbe le sue ultime settimane in compagnia del club rossonero da separato in casa. Ci sarebbe calma piatta, al momento, la quiete prima della tempesta, in questo caso. Mai si sarebbe pensato di arrivare a questo punto, eppure sta succedendo e sembra inevitabile. La figura nuova di Rangnick, quella del manager, sarebbe incompatibile con quella di Maldini.

Solo pochi giorni fa l’ex difensore avrebbe dichiarato ai microfoni di Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa, che la sua storia d’amore con i rossoneri non finirà mai, comunque andranno le cose. Il messaggio è parso piuttosto chiaro: siamo a un passo dalla separazione. Il Direttore Tecnico ha comunque ottemperato ai suoi doveri in questi giorni, recandosi regolarmente a Milanello. Indubbiamente è un punto di riferimento importante per i suoi giocatori. Sarà difficile abituarsi a farne a meno. Sarà difficile da ambedue le parti. Questo, secondo quanto riportato da Calciomercato.com.

Milan, il destino ancora incerto di Maldini e l’eventuale necessità di trattenerlo e di assegnargli un nuovo ruolo

Maldini continua così a fare il suo lavoro, come sempre, senza far trapelare inquietudine o malumore, attendendo l’inevitabile incontro con Ivan Gazidis. In seguito a questo poi, si potrebbe apprendere il suo destino. Da stabilire poi se sarà un divorzio consensuale oppure si tratterà di dimissioni. Le prossime settimane saranno illuminanti, in questo senso.

Decisivo sarà certamente l’incontro con l’Amministratore Delegato, ma riuscire a trattenere Maldini al Milan in qualche modo potrebbe essere una vera vittoria per il club rossonero. Resta il fatto che si dovrebbe trovargli un altro ruolo, probabilmente minore, e per questo inaccettabile da parte dello stesso Direttore Tecnico. Maldini, infatti, avrebbe sempre ambito, comprensibilmente, ad avere il polso pieno della situazione. Venire così a trovarsi dopo anni ai margini di una realtà di successo di cui è stato artefice lui stesso potrebbe risultare per la bandiera rossonera molto pesante e neanche giusto da accettare.

Pubblicato da Ilaria Grasso

Medico, con la passione per la scrittura e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti