Milan, ritorno di fiamma per Todibo. Sviluppi su Rangnick e Donnarumma

Jean-Claire Todibo,  giovane difensore francese, sarebbe nuovamente nel mirino del Milan in vista della prossima stagione. Todibo, comunque, sarebbe un difensore molto ambito per le squadre europee e il suo arrivo in Italia potrebbe essere molto vicino. Dopo le precedenti occasioni mancate, questa potrebbe essere quella buona. Prestato dal Barcellona,  con diritto di riscatto, allo Schalke 04 nell’ultima finestra di mercato, l’ex calciatore del Tolosa potrebbe diventare a tutti gli effetti del club tedesco per 25 milioni di euro.

Todibo era stato vicinissimo al Milan, tanto che il club rossonero aveva raggiunto già dei validi accordi con il Barcellona, ma alla fine il giovane campione aveva preferito il club tedesco. Data la cifra esorbitante, lo Schlke 04 potrebbe però decidere di non riscattare il ragazzo e di cederlo, dunque, al miglior offerente. Per Todibo sarebbero in lizza sia l’Everton di Carlo Ancellotti, l’Inter e la Juventus, ma è ancora tutto da vedere.

Milan, Rangnick conferma i contatti con il club rossonero

Si va sempre più delineando il ruolo che Ralf Rangnick potrebbe assumere nel Milan: il tedesco, infatti, sarà allenatore ma anche direttore tecnico. Dopo le prime reticenze dell’ex centrocampista tedesco, arrivano le prime velate ammissioni, secondo quanto si apprende da Tuttosport. Per lui sarebbe stato disegnato addirittura un ruolo tutto nuovo nel Milan, ovvero quello del manager, già ampiamente praticato all’estero.

Rangnick sarà allenatore in campo e responsabile tecnico del club, rendendo quindi vana la presenza di Paolo Maldini, ammesso che lo stesso non cambi ruolo. Un cambiamento decisamente rivoluzionario, non solo sul piano tecnico, ma anche su quello culturale. Il Milan avrà un direttore sportivo, che sarà però alle dipendenze dell’allenatore, e non colui che sceglie il tecnico e fa il mercato. Massara potrebbe anche rimanere, oppure potrebbe andare via con la promozione di Moncada.

Il giovane Plizzari l’erede predestinato di Gigio Donnarumma

Secondo quanto appreso da La Gazzetta dello Sport, il Milan starebbe studiando strategie multiple per quanto riguarda i portieri.  Se Donnarumma ad esempio restasse, il vice potrebbe ancora essere Begovic, in caso contrario, si opterebbe per la sostituzione. Gli eredi potrebbero essere il giovane Plizzari, in prestito al Livorno in questa stagione, con il rientrante Pepe Reina a fargli da chioccia. Le alternative potrebbero essere Musso e Gollini, che  farebbero gola al club rossonero.

Pubblicato da Ilaria Grasso

Medico, con la passione per la scrittura e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti